giovedì 4 novembre 2010

Uno Stradivari per O Viveiro

12/11/2010 - Oratorio del Gonfalone, Roma
13/11/2010 - Palazzo Altieri, Roma (ingresso a inviti)

Il violino Antonio Stradivari 1726, uno dei più apprezzati al mondo, verrà suonato dal Maestro Matteo Fedeli a sostegno dell'attività umanitaria di O VIVEIRO ONLUS, il 12 Novembre, ore 21:00 all'Oratorio del Gonfalone - Roma ed il 13 Novembre ore 20:00 a Palazzo Altieri - Roma in una serata esclusiva, che prevede anche visita guidata al palazzo (ore 19:00) e dinner (ore 21:00).
Entrambi gli appuntamenti sono organizzati per sostenere il completamento della prima casa di accoglienza per bambine.

info/prenotazioni: 06 3221439 (pomeriggio) - info@oviveiro.org

Il Maestro Fedeli, conosciuto in tutto il mondo come “l’uomo degli Stradivari”, profonde, grazie al progetto “Uno Stradivari per la Gente”, il suo impegno allo scopo di dare a tutti l’opportunità di ascoltare il magico ed irripetibile suono di questi magnifici strumenti. Il Maestro ha dimostrato grande sensibilità accettando di affiancare un progetto di solidarietà ad un evento musicale, aderendo con entusiasmo all’iniziativa di un concerto per la raccolta di fondi promossa dalla Onlus “O Viveiro” e di questo l’Associazione gli è profondamente grata. Il Maestro Matteo Fedeli sarà affiancato dal Maestro Andrea Carcano, prestigioso co-protagonista al pianoforte del concerto nella bellissima e storica sede dell’Oratorio del Gonfalone alle ore 21 del 12 Novembre prossimo, in via del’Oratorio del Gonfalone, 5 – Roma. Anche al Maestro Carcano la gratitudine di “O Viveiro”.

Scopo dell'iniziativa è di raccogliere i fondi necessari per promuovere la costruzione di un centro di accoglienza per bambine in età scolare, in Mozambico, presso Chitima, in Provincia di Tete. “O Viveiro” Onlus, infatti, mantiene già agli studi bambine mozambicane – per lo più orfane – a partire dagli 8 - 9 anni di età per portarle sino al termine del percorso scolastico; e intende realizzare per loro una struttura di accoglienza – già avviata – con la costruzione di piccole case di tipo familiare, dove si possa ricreare per le bambine una situazione paragonabile a quella che hanno perso, un centro comune per lo studio, laboratori, un’infermeria, promuovendo contestualmente altre attività sociali che coinvolgano la comunità locale, peraltro già attivata attraverso la creazione di un’omologa Onlus locale, “O Viveiro Tete”, che accompagna fruttuosamente l’attività di quella romana.

Programma musicale:
Pyotr Ilyich Tschaikowsky, Scherzo Op. 42 No. 2
Gabriel Fauré, Berceuse op. 16
Ferenc Farkas, Boriza Tanz
Camille Saint-Saens, Danse Macabre op. 40

Intermezzo di Andrea Carcano, solo pianoforte

Emilio Pente, Chanson Polonaise Op. 2
Franz Ries, Perpetuum Mobile Op. 34 n. 5
Jules Massenet, Meditation dall’opera Thais

Bela Bartok, Danze Rumene, Sei danze popolari

Matteo Fedeli, violino
Andrea Carcano, pianoforte

Nessun commento: