Il progetto

Sommario:

Perché è nato il progetto
Il progetto O VIVEIRO - “Educare una bambina per educare un popolo” è nato dalla necessità, espressa da Padre Eusébio Maria Inocêncio (sacerdote mozambicano della Diocesi di Tete), di affrontare l’emergenza esistente nella Provincia di Tete nel settore educativo – formativo, riguardante in particolare la popolazione femminile e legata principalmente:
  • alla presenza di un elevato numero di orfani,
  • ad un tasso di analfabetismo femminile molto elevato,
  • all’ingresso tardivo delle ragazze nel sistema scolastico ed all’elevato numero di abbandoni,
  • all’impossibilità economica per la maggior parte delle famiglie di garantire l’accesso alla scuola,
  • alla scarsa diffusione nel territorio di una rete scolastica adeguata,
  • alla scarsa conoscenza del portoghese (lingua ufficiale di insegnamento),
  • alla mancanza di formazione nel campo igienico-sanitario, nella nutrizione, nell’economia domestica,
  • all’insufficiente formazione rispetto ai valori fondamentali (umani, morali, civili ed etici),
  • all’elevato numero di gravidanze ed unioni premature,
  • all’avvio già in età adolescenziale al lavoro o ad attività moralmente inaccettabili.
Il progetto privilegia lo sviluppo femminile, riconoscendo nelle donne la vera radice della società, soprattutto in situazioni di povertà estrema: sono loro il cuore della famiglia, del primo e più importante nucleo di aggregazione umano. Favorire la formazione e lo sviluppo delle donne, fin dall’età giovanile, vuol dire promuovere, in modo equilibrato, la società intera.
[Torna al sommario]


A chi si rivolge
Il progetto si rivolge alle ragazze in stato di necessità della Provincia di Tete, di età compresa tra i 10 ed i 18 anni, e prevede la realizzazione di un Centro “O Viveiro” (Il Vivaio) nel quale le giovani saranno accolte come ospiti permanenti e riceveranno una formazione complementare a quella delle scuole pubbliche, sostenute dall’accompagnamento di assistenti familiari (full-time) e di educatrici (part-time) coordinate da un Responsabile locale.
Il progetto, sollecitato ed appoggiato dalla comunità locale è stato elaborato seguendo i principi internazionali dell’ONU sui “Diritti dell’Infanzia”, gli obiettivi nazionali specifici individuati dal PNAC – Plano Nacional de Acção para a Criança (2006), le linee guida delle Istituzioni governative in materia di Diritti Umani e Civili, Sicurezza e Protezione Sociale, Accesso Universale all’Educazione ed Attività Ricreative.
Il progetto ha ottenuto in data 06/08/2007 – nota n.567/DPMST/07 il parere favorevole della Direcção Provincial da Mulher e Acção Social (DPMAST – Governo da Província de Tete), che effettuerà anche il monitoraggio e la valutazione dell’iniziativa.
[Torna al sommario]


Localizzazione intervento
Il terreno individuato per la realizzazione del Centro “O Viveiro” (superficie di circa 5Ha) è localizzato nei pressi della città di Chitima, Distretto di Cahora Bassa – Songo, provincia di Tete, in un’area prossima alle scuole primarie e secondarie esistenti. Chitima si trova a circa 15 km dalla Diga di Cahora Bassa ed a 150 km da Tete.
[Torna al sommario]



Il Centro – Edifici e spazi previsti
  • Unità alloggio (n.6) - Ogni unità alloggio consentirà di ospitare 16 bambine ed 1 assistente full-time.
  • Aula studio (n.3) – Svolgimento attività di doposcuola, corsi complementari o di sostegno per ospiti del Centro e per comunità locale.
  • Biblioteca (n.1) – Spazi lettura e consultazione per ospiti del Centro e per comunità locale, con spazio internet e multimediale.
  • Servizi comuni – Esterni ed interni (bagni, lavanderia-stireria, cucina-mensa, capannone attrezzi e mezzi...) per gestione quotidiana del Centro.
  • Infermeria (n.1) – Per attività di primo/pronto soccorso.
  • Foresteria (n.2) – Alloggio responsabili, formatori, ospiti di passaggio.
  • Laboratorio (n.2) – Spazi adeguati ed attrezzati per apprendimento e pratica attività artigianali.
  • Cappella (n.1) – Celebrazioni liturgiche / foresteria religiosi.
  • Alloggio guardiano (n.1) – Vigilanza Centro e controllo entrata/uscita utenti
  • Ufficio Responsabile Centro (n.1) – Attività di coordinamento e di gestione attività / Uffici per formatori
  • Spazi per attività ricreative – Gioco libero e attività sportive.
  • Spazi per coltivazione ed allevamento – Parziale auto-sostentamento Centro ed apprendimento tecniche e processi.
[Torna al sommario]


Obiettivi
  • Privilegiare lo sviluppo della popolazione femminile, fin dall’età giovanile, rispettando tradizioni e legami familiari esistenti e valorizzando, allo stesso tempo, le capacità di ogni singola ragazza accolta e formata nel Centro.
  • Rafforzare la formazione etico-morale delle ragazze ed il ruolo sociale delle donne, insegnando alle ragazze più grandi ad insegnare alle più piccole.
  • Arricchire la formazione generale delle ragazze, accompagnando il normale percorso di studi con un insegnamento di base complementare a quello scolastico, che consenta di ampliare le loro nozioni, prevedendo in particolare l’apprendimento di conoscenze e tecniche riguardanti aspetti pratici della vita.
  • Migliorare il livello di vita della popolazione in generale, soprattutto grazie al contributo attivo che le ragazze formate daranno in ambito familiare, quotidiano e lavorativo, nel mettere in pratica quanto appreso nel Centro.
  • Incentivare, attraverso la promozione delle ragazze e le attività promosse nel Centro, lo sviluppo e la partecipazione della comunità locale sia per il raggiungimento dell’autonomia del sistema “O Viveiro” (modello “pilota”) sia per la crescita e la valorizzazione economico-sociale e culturale del contesto circostante.
  • Favorire la crescita ed il potenziamento di risorse umane e professionali locali, mediante collaborazione e partecipazione diretta alle varie fasi di sviluppo del programma.
[Torna al sommario]


Attività
  • Formazione per assistenti familiari,
  • Sostegno per la conduzione dello studio curriculare (dal termine della 5° classe EP, fino alla 12° classe ESG 2),
  • Apprendimento nozioni di base e formazione etica e morale,
  • Svolgimento di corsi extracurriculari e di laboratori artigianali: 1). pedagogia, etica, educazione umana e morale; 2). alimentazione, nutrizione e conservazione cibi; 3). gestione familiare ed economia domestica; 4). igiene, salute e primo soccorso; 5). ragioneria e principi di contabilità; 6). attività artigianali; 7). agricoltura, giardinaggio, allevamento di piccoli animali; 8). piccoli interventi, manutenzioni e riparazioni…
  • Attività formative per comunità locale
[Torna al sommario]


Risultati attesi
Assicurare ad almeno due generazioni di ragazze lo svolgimento di tutto il percorso scolastico (primario e secondario) ed il raggiungimento di un livello di formazione umana, morale, etico-sociale e professionale che possa garantire loro la possibilità di continuare gli studi (Università o specializzazioni), di intraprendere un’attività lavorativa autonoma, di costituire in modo consapevole nuovi nuclei familiari, di concorrere (lavorando per il Viveiro stesso o esportandone il modello) alla formazione di altre ragazze.
[Torna al sommario]


Come partecipare
Puoi disporre un bonifico permanente, direttamente dal conto corrente bancario o postale, per sostenere in modo continuativo la gestione ordinaria ed aiutarci nella programmazione dell'attività del centro:
con 50 euro al mese, per tutte le necessità di una bambina ospite della casa;
con 20 euro al mese, per le spese scolastiche per l'istruzione di una bambina;
con 15 euro al mese, per le attività produttive ed i laboratori;
con 10 euro al mese, per le attività sportive e la merenda!

Il versamento può essere effettuato sul seguente conto bancario:
   O VIVEIRO ONLUS - Italia
   BANCA POPOLARE ETICA
   IBAN: IT 98 Q 05018 03200 000000235787
   Intestato: O VIVEIRO ONLUS SOGNA CON GLI ANGELI
   BIC: CCRTIT2T84A
In caso di versamento, le chiediamo la cortesia di indicare, oltre alla causale, anche il suo nome e cognome, l'indirizzo e codice fiscale, dati che ci servono per emettere la ricevuta e per ringraziarla!
[Torna al sommario]

Nessun commento: